Singapore, Malesia, Indonesia: un mercato da 600 milioni di consumatori

on
Category: Arbitration ADR , Contract , food-beverage , Import Export , Indonesia , Industry , ITA , Malesia , Singapore.

Print Friendly, PDF & Email

IMG_9139Si è tenuto a Bari lo scorso 16 ottobre il convegno di presentazione delle opportunità commerciali per le imprese pugliesi in Malesia, Singapore e Indonesia .
Il convegno è stato organizzato dalla Camera di Commercio Italo Orientale (CCIO), Camera di Commercio Italiana a Singapore (ICCS – Raffaella Orsini) insieme all’Avv. Raffaele Covelli (partner dello studio legale Covelli), all’Avv. Domenico De Marinis (De Simone Partners) e la Cathay Pacific (Giusy Giuliani).

Malesia, Indonesia e Singapore sono oggi caratterizzate da costi di produzione bassi, disponibilità di materie prime, popolazione giovane, hub logistico.
Il sistema giuridico presente in questi paesi è molto vicino al modello occidentale. L’eredità giuridica lasciata dal colonialismo è rilevante, si pensi all’Indonesia legata al modello giuridico di civil law Olandese; Malesia e Singapore sono invece strettamente legate al sistema di common law inglese.
Un punto debole è rappresentato dalla mancanza di un diretto riconoscimento in Malesia, Indonesia e Singapore delle sentenze civili dei tribunali italiani.
Un’alternativa valida è rappresentata dall’arbitrato: i lodi arbitrali stranieri sono riconosciuti in Malesia, Indonesia e Singapore poiché questi paesi hanno sottoscritto la Convenzione di New York per il riconoscimento e l’esecuzione delle sentenze arbitrali straniere.
Affrontare questi mercati, dal punto di vista giuridico risulterebbe relativamente facile, tuttavia, l’attenzione ai meccanismi innescati dalla natura transnazionale delle operazioni impone alle imprese maggiori riflessioni sulla scelta ed utilizzo delle clausole contrattuali.

Alcuni dati macroeconomici:
Singapore rientra tra i paesi primi al mondo per sicurezza, facilità di business, proattività del Governo, con una crescita esponenzialmente e senza sosta negli ultimi anni, passando da paese del terzo mondo, sino a 50 anni fa, a paese tra i primi la mondo negli ultimi anni.
La Malesia, invece, è passata da un’economia povera, abbondantemente e vivacemente combattuta, ad un’economia di middle-class negli ultimi anni, ed è uno degli Stati che ha riportato una crescita media di circa il 7% all’anno negli ultimi 25 anni.
L’Indonesia, con i suoi oltre 250 milioni di abitanti ed un mercato immenso, in cui il settore retail e di pregio è certamente molto ambito dagli indonesiani, che sono anche dei grandi consumatori di F&B di lusso e di nicchia.


Tags: , ,

Disclaimer:
This publication is intended as a general overview and discussion of the subjects dealt with.
It should not be relied upon as legal advice and should not be used as a substitute for taking legal advice in any specific situation.
COVELLI Studio Legale will accept no responsibility for the accuracy and completeness of the information.
References and links to external publications or internet sites do represent the view of the authors of these publications or internet sites.
Copyright © 2020 COVELLI Studio Legale. All rights reserved.

Click here to go back to previous page